Forme giapponesi delle lame





I. Santoku




Santoku significa in giapponese 3 vantaggi. Si tratta della tradizionale lama giapponese del coltello universale, paragonabile al coltello da cucina classico europeo. Il nome “3 vantaggi” deriva dai tre utilizzi possibili: il taglio di carne, pesce e verdura.



II. Nakiri




Nakiri significa trita verdure. Il nakiri è la lama giapponese tradizionale per tagliare e tritare la maggior parte delle verdure. Nonostante la sua forma ad accetta, questo coltello non è adatto a sezionare ossa.



III. Yanagiba




Yanagiba significa in giapponese lama a foglia di salice. Si tratta del coltello tradizionale per affettare. La sua lama sottile e lunga rende il coltello particolarmente adatto per tagli finissimi, tipici della preparazione di sushi e sashimi. Questo coltello garantisce prestazioni da artista e cosa ancor più importante un taglio pulito e agevole. La lunghezza e la forma della lama permettono un movimento di taglio lungo e continuo.



IV. Deba




Deba significa in giapponese lama sporgente. Il deba è usato tradizionalmente in Giappone come una piccola mannaia. Questo coltello, stabile e pesante, possiede una lama asimmetrica larga e solida. La parte anteriore della lama è usata principalmente per filettare il pesce. La parte posteriore della lama è più robusta ed è usata, tra l’altro, per dissezionare pollame e piccole ossa.